anarchismo, libertarismo, agorismo, libero mercato, libero pensiero Ignorate questo articolo | tarantula | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Ignorate questo articolo
post pubblicato in Storia delle Idee, il 4 luglio 2009
 Ignorate questo articolo.

(Istruzioni per il fallimento)

Di Luigi Corvaglia

La sola libertà che non abbiamo è quella di non essere liberi.

J. Paul Sartre

1. Libertà obbligatoria

Sapete perché nelle fotografie venite quasi sempre con la faccia da idiota? Perché il vero idiota è chi vi consegna ai posteri premendo quel pulsante. Lo spiega chiaramente la “scuola di Palo Alto”, cioè il gruppo di ricercatori della comunicazione che si riuniva al Mental Research Institute negli anni 50 del Novecento. In effetti, tutti abbiamo esperienza di questo imbecille dotato di macchina fotografica che tende all'’insana pensata di lanciarvi un “sii spontaneo” un attimo prima di immortalarvi. Ora, se siete spontanei, non avete certo bisogno dell’ingiunzione dell’idiota; se cercate, invece, di obbedire all’idiota, non sarete più spontanei. Tale ingiunzione, infatti, rientra fra i cosiddetti “paradossi pragmatici” di cui si interessa la scuola di palo Alto. Chiunque riceva questa richiesta si trova in una condizione insostenibile ed irrisolvibile, perché si pretende un comportamento che, per sua natura, non può esser richiesto. Per accondiscendere, cioè, bisognerebbe essere “spontanei” entro uno schema, appunto, di condiscendenza e non di spontaneità. In pratica, per obbedire bisognerebbe disobbedire, e viceversa. Risultato: non si sa che fare e la foto è irrimediabilmente rovinata dalla vostra espressione poco intelligente.

Bene, quello del fotografo è un paradigma valido per ogni condizione di impraticabilità pragmatica a seguito di ingiunzioni paradossali. Il titolo di questo articolo ne èun esempio.  Siamo, infatti, tutti costantemente, e perlopiù inconsapevolmente, impigliati in antinomie pragmatiche, bombardati da ingiunzioni contraddittorie. Molte coppie sono rovinate da espressioni quali “voglio che tu mi domini”, molti figli rimangono ansiosamente inconcludenti davanti a ordini quali “sii autonomo”. Inconsapevole di ciò, così come delle riflessioni di de La Boétie nel suo “Discorso sulla schiavitù volontaria”, perfino il codice civile svizzero stabilisce, all’articolo 27, che “nessuno può rinunciare alla sua libertà o limitarla a un grado tale che violi la legge o la moralità”. E’ vietato non essere liberi!

Mossi da finalità positive, si rischia, insomma, di non avvedersi di alcuni cortocircuiti logici. Gli stessi apostoli della libertà assoluta, gli anarchici - i meno intelligenti fra loro, è ovvio - si comportano non di rado esattamente come il fotografo di cui sopra. Se ripetersi allo specchio che la libertà è il faro, la virtù e la fonte di ogni bene non produce alcun mutamento nel mondo nella direzione auspicata, è pur vero che pretendere con forza dagli altri che si liberino lavora per produrre un paradosso pragmatico irrisolvibile. Le opzioni a disposizione, però, sono più di quella dell’onanismo e quella dello stupro. C'è anche il corteggiamento e la conquista, per esempio.
“Sii libero!” dice l’anarchico all’inconsapevole schiavo. Per accondiscendere, cioè, bisognerebbe essere “liberi” entro uno schema di obbedienza e non di libertà. Così facendo, alcuni sedicenti anarchici si palesano quali una delle incarnazioni del religioso che intende imporre la virtù. Nikolaj Aleksandrovic Berdjaev, nel criticare il prometeismo rivoluzionario bolscevico che pretendeva di imporre la virtù realizzando la società perfetta scrisse che “la perfezione implica una negazione della libertà e un rafforzamento dei metodi di costrizione; la bontà cessa di essere bontà se è stata resa obbligatoria”. Dostoevskij avrebbe apprezzato.

Continua (continuate ad ignorarlo....)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. anarchia paradossi scuola di palo alto

permalink | inviato da tarantula il 4/7/2009 alle 19:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Sfoglia aprile        ottobre
il mio profilo
tag cloud
links
calendario
cerca